NEL LIBRO NERO DI AMNESTY INTERNATIONAL

NEL LIBRO NERO DI AMNESTY INTERNATIONAL

Il ministro dell'interno e Vicepremier Matteo Salvini, farà spallucce o più probabilmente attraverso le sue intemerate su Facebook spiegherà ai sanculotti telematici che Amnesty International è un'organizzazione globalista, magari finanziata dal perfido ebreo Soros e che sparge menzogne.
Perchè per quanto riguarda l'Italia il quadro delineato dal rapporto Amnesty "La situazione dei diritti umani nel mondo. Il 2018 e le prospettive per il 2019" è agghiacciante.
Gestione repressiva del fenomeno migratorio, erosione dei diritti umani dei richiedenti asilo, retorica xenofoba nella politica, sgomberi forzati senza alternative. È un quadro terribile dell'Italia quello delineato dal rapporto che notoriamente non adotta perifrasi per descrivere la situazione nei singoli paesi attenzionati.
In pochi mesi il Governo Conte grazie al supporto, sia pure per motivi diversi, di Salvini e Di Maio la considerazione dell'Italia in campo internazionale è precipitata ad un livello che non è stato mai così basso.

Leggi tutto...

 Marrakesh, approvato il Global Compact for Migrant. Italia assente

Marrakesh, approvato il Global Compact for Migrant. Italia assente

Il patto delle Nazioni unite sulle migrazioni è stato adottato a Marrakesh, davanti ai leader di 164 Paesi. L'adozione è arrivata durante la conferenza Onu, nonostante le critiche di forze nazionaliste e contrarie alle migrazioni e dopo che vari Paesi si sono opposti o sfilati, tra cui gli Stati Uniti e l'Italia. Il Global Compact for Safe, Orderly and Regular Migration contiene 23 linee guida con cui "evitare sofferenze e caos" nelle migrazioni nel mondo.

Leggi tutto...

Image
  • CALENDA. PAROLE CHIARE E SGUARDO LUNGO

    Che Carlo Calenda sia vissuto dal mandarinato del Pd e, in prospettiva anche dalla maggioranza gialloverde, come un problema e che si faccia di tutto per escuderlo dal dibattito politico è abbastanza chiaro.
    L'exministro tuttavia sembra non darsene per inteso e utilizza tutte le occasioni per fare sentire la sua voce.

    Leggi tutto...

  • ALTRI TEMPI, ALTRI LEADER

    "Su invito del presidente francese Francois Mitterrand, venerdì sera a Parigi i capi di governo socialisti europei sederanno attorno ad un tavolo per una cena di lavoro che sarà un importantissimo appuntamento per i leader dell' eurosocialismo. Alla cena parteciperà, oltre a Mitterrand, il nostro presidente del Consiglio, Bettino Craxi che atterrerà a Parigi da Madrid dove domattina inizia una visita di Stato. Con lui arriverà nella capitale francese il premier spagnolo Felipe Gonzalez, dove saranno anche il portoghese Soares e il greco Andrea Papandreu".

    Leggi tutto...

  • SHAME!

    Il Mediterraneo sarà presto teatro di un' altra strage (l'ennesima) di migranti, imbarcati dai trafficanti su fragili natanti, non senza la complicità dei libici.
    Succederà, non vi sono dubbi. E ne seguiranno altre che saranno scandite da un'assordante silenzio.

    Leggi tutto...

  • A SOSTEGNO DI RADIO RADICALE. PER LA LIBERTA'

    Qualcuno, in possesso di media intelligenza e altrettanto equilibrio dovrebbe avere la cortesia di spiegare il senso e l'utilità per la comunità nazionale del dimezzamento dei fondi che il Ministero dello sviluppo economico eroga a Radio Radicale, l'emittente fondata da Marco Pannella oltre quarant'anni fa, che svolge quotidianamente un vero e proprio servizio pubblico trasmettendo le dirette delle sedute di Camera e Senato e, sempre in diretta, senza pubblicità, filtri o censure, gli avvenimenti della politica nazionale.

    Leggi tutto...

  • TIMMERMARS IL CIRENEO

    Il 6 e 7 dicembre si svolgerà a Lisbona l'XI congresso dei socialisti europei. Il Pse, fondato nel 1992, sta attraversando una crisi di consenso impressionante in quasi tutto il Continente, certificato dalla durissima sconfitta nelle regionali dello scorso week end in Andalusia, tradizionale roccaforte dei socialisti del Psoe.

    Leggi tutto...

  • FORZA CALENDA

    A molti Carlo Calenda, dopo il disastro elettorale del 4 marzo era apparso come la personalità in grado di assumere su di sè il ruolo di capo dell'opposizione. Ci ha provato ma non essendo un ex-post di lungo corso ha trovato consensi unicamente fuori dal partito a cui si era da poco iscritto, il Pd, i cui vertici sono per l'appunto degli ex-post.

    Leggi tutto...

  • SOLUZIONE 12%

    Mentre si moltiplicano pericolosamente i segnali di isolamento dell'Italia, persino l'Onu ci bacchetta per il decreto sicurezza, gli italiani sembrano voleree seguitare a marciare uniti verso un futuro pieno di incognite e di pericoli.

    Leggi tutto...

  • I FRUTTI AMARI DEL 4 MARZO

    La bocciatura annunciata della manovra da parte della Commissione europea è arrivata nel giorno in cui tutte le magagne del governo gialloverde sono esplose. Forse più che di magagne sarebbe più appropriato parlare di bluff scoperti visto che le tensioni all'interno della compagine governativa sono ormai giunte al calor bianco.

    Leggi tutto...

  • GRAZIE MONNEZZA

    L’arrivo di Salvini e Di Maio e del loro avvocato Giuseppe Conte (il Trio Monnezza) al governo ha garantito posti di lavoro persi, crescita bruciata, rendimenti dei Btp aumentati, produzione industriale crollata, banche entrate in sofferenza, investitori stranieri in fuga dall’Italia, capitalizzazione della Borsa precipitata, spread in salita (ieri ha chiuso a 321), diritti umani calpestati, isolamento internazionale dell'Italia a causa della dissennata polemica permanente con l'Europa e della ridicola conferenza sulla Libia, con  prospettive per il futuro, per usare un eufemismo, molto complicate.

    Leggi tutto...

  • MANINE E MANACCE

    La scorsa settimana, nelle pieghe della discussione in Commissione Bilancio sulla legge di stabilità, i componenti del grupp M5S hanno presentato un emendamento con il quale si prevede di sopprimere il Forum Nazionale dei Giovani, riconosciuto con Legge Parlamentare 30 dicembre del 2004 n.311, e di costituire un nuovo Consiglio Nazionale dei Giovani.

    Leggi tutto...