Giovedì, 21 Aprile 2016 07:26

Corteo del 25 aprile a Piazza Armerina

Il Comitato Provinciale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia con il Comune di Piazza Armerina promuove e invita tutte e tutti a partecipare alla manifestazione per festeggiare la Liberazione dal nazi-fascismo e commemorare i partigiani morti durante la Resistenza.

 

Il Corteo partirà alle ore 10,00 da Piazza Garibaldi, si fermerà al Piano Villari (ex Piano Duilio) dove interverranno i rappresentati istituzionali del Comune e dell’ANPI e si concluderà sotto la lapide del patriota piazzese Salvatore Principato, ucciso in Piazzale Loreto a Milano il 10 agosto 1944.  

Il 25 aprile cade quest'anno in un complesso di vicende europee che riporta l'orologio della storia in un tempo dove la civiltà e le pratiche democratiche erano pesantemente oscurate. Una profonda crisi economica da cui si riesce con difficoltà a vedere una via d'uscita, il proliferare di movimenti di chiara marca neonazista e neofascista che arrivano fin dentro i governi, e il panorama drammatico di decine di migliaia di immigrati in fuga da guerre e disperazione che ricevono come risposta dalla politica e dalle istituzioni quasi esclusivamente muri e abbandono, devono far riflettere tutti sull'inquietante e gravissima china che sta prendendo il vivere civile. Non è questa la società che sognavano i combattenti per la libertà. Non è questo il futuro cui aspiravano, deprivato di coscienza, senso di responsabilità, solidarietà.

Quest’anno l’ANPI vuole rimettere al centro dei ragionamenti e dei comportamenti politici e sociali preziosi e decisivi “comandamenti”: antifascismo, Resistenza e Costituzione. Una Festa che ricordi con forza i 70 anni della Repubblica e del voto alle donne, i primi importantissimi passi della rinascita democratica del Paese.

 

Davanti all’attacco dei principi costituzionali l’ANPI si schiera per la difesa e il rilancio della Costituzione Repubblicana e Antifascista.

Pubblicato in Società

L'ente di formazione LOGOS ha intrapreso corsi sulla sicurezza sul posto di lavoro destinati ai migranti accolti negli SPRAR di Piazza Armerina ed Aidone. GUARDA IL VIDEO

Pubblicato in Società

Continua la protesta dei lavoratori della casa di riposo S. Giuseppe a Piazza Armerina, in attesa del pagamento degli stipendi arretrati. I lavoratori sono in sciopero della fame da ben 12 giorni. Guarda il videoservizio!!!

Pubblicato in Società

"Purtroppo il mio soggiorno all'Expo 2015 di Milano è terminato. In questa straordinaria esposizione mondiale si possono visitare tutte le nazioni del pianeta ormai globalizzato e vedere il loro piano di sviluppo negli anni a venire ottimizzando la tematica della nutrizione mondiale. Ho percepito da questa esperienza che il mondo è in continua ascesa, basandosi prevalentemente sulla tecnologia divenuta strumento indispensabile per lo sviluppo economico e sociale dei popoli. A malincuore ho lasciato il sito espositivo per tornare a casa sapendo che quello che mi aspettava era molto ben diverso dall'esperienza expo, infatti non mi sono sbagliato. Ho immediatamente percepito tra la gente il perfetto contrario dell'esperienza expo, ovvero l'involuzione della specie. Eppure malgrado ciò tutti si vantano che siamo una città d'arte, di cultura, qualcuno nell'esaltazione popolare la chiama "Urbs Opulentissima". Forse 500 anni fa Piazza Armerina lo era, ma non più nei nostri giorni. Io credo che è un fattore di mentalità, una tendenza all'involuzione e all'autodistruzione morale che porta di conseguenza alla piattezza e all'annullamento di nuove prospettive, una chiusura mentale che porta solamente chiacchiere da bar e lotte epiche tra popolo e amministrazioni (che non sono servite mai a nulla), lotte tra cittadini contro cittadini.Una mentalità provinciale basata sull'invidia e sull'arroganza, sui pregiudizi altrui,una piccola parte (per fortuna sta sparendo) sulla intolleranza razziale. Non ci sarà mai un futuro e uno sviluppo economico e sociale se si mantiene questa mentalità. Ma molti ne vanno fieri di essere piazzesi, amano la la Città, si ritengono persone di culto ed estremamente Cattoliche, ma è solamente una maschera buonista quella che indossano, perchè nel loro animo sono degli ipocriti che snobbano i migranti e quelli che stanno nel gradino più basso della scala sociale. Il futuro non esiste a Piazza Armerina e non ci sarà mai (almeno per i prossimi decenni). Mentre il Mondo avanza noi andiamo indietro, però fieri di appartenere ad una importante Città del passato che ormai non ha più nulla di questo."

Pubblicato in Società

Info e Contatti

DASNEWS
Via Garibaldi, 75
Piazza Armerina 94015 EN

  • Tel.: +39 0935 687019

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere news e aggiornamenti da DASNEWS.

Registrato al tribunale di Enna dal 10 Maggio 2012 al n° 131. Editore "Associazione Don Bosco 2000". 2017 © DAS News. Designed by Studio Insight

INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.