Giovedì, 05 Ottobre 2017 15:36

Il terzo viaggio in Senegal per l’associazione Don Bosco 2000

Scritto da

 

Martedì 3 ottobre ha avuto inizio la terza missione dell’associazione Don Bosco 2000 per realizzare progetti di sviluppo nei paesi di origine  dei migranti. Dopo 10 ore di volo, 10 di auto e 3 fusi orari (Roma, Istambul e Dakar) la delegazione è giunta a Tambacounda nel cuore del Senegal.

Agostino Sella, presidente dell’associazione, racconta: “ E’ la terza volta che organizziamo un viaggio in Senegal per aiutarli a casa loro. In molti affermano questa soluzione al problema migrazione, noi stiamo provando ad agire concretamente. 
Dopo aver attraversato decine di villaggi lungo la strada principale dello stato, mangiucchiando arachidi e banane, rischiando di finire fuori strada per le copiose pioggie, in serata siamo arrivati a Tamba dove ci ha accolto Seny che nel viaggio di settembre è rimasto per individuare i partecipanti ai corsi che inizieranno nelle prossime ore grazie al contributo di Ciccio, Roberta, Deborha ed Ali. Dei 33 ragazzi selezionati, alla fine del percorso formativo, una buona parte apriranno una piccola impresa in Senegal.
Collabora al progetto Alì Traore, arrivato a Lampedusa nel 2014,oggi è un nostro mediatore maliano (parla sette lingue) ed è  tornato con noi nella sua Africa per aiutare i suoi fratelli”. 


Nella regione di Tambacounda, nel cuore dell’Africa nera all’interno del Senegal, sarà realizzato un progetto di sviluppo locale composto da due corsi compatti e successive start-up d’impresa. L’azione è realizzata dall’Associazione Don Bosco 2000 in partnership con la ONG Coopermondo, all’interno di un progetto finanziato da un progetto del Ministero dell’Interno denominato PONTI e sarà svolta contemporaneamente ai progetti del VIS (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo) che recentemente proprio nella regione di Tambacounda ha svolto un progetto finanziato dall’AICS (Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo). Le sinergie tra le varie associazioni che si occupano di cooperazione allo sviluppo nei paesi di provenienza dei migranti rappresenta la vera forza dei progetti che realmente sostengono i giovani nei paesi di origine. 


“Nel primo viaggio in Senegal nel 2016 è stata una missione esplorativa in cui abbiamo preso contatto con le realtà imprenditoriali del territorio di Tambacounda. Abbiamo siglato accordi di partenariato e protocolli d’intesa e parallelamente abbiamo conosciuto le esigenze del territorio. Abbiamo parlato con i giovani in procinto di partire per l’Europa . Nel secondo viaggio di qualche settimana fa, è stata individuata una sede operativa dove avviare  i corsi di formazione. Ora è tutto pronto per questa ulteriore sfida dell’associazione, che non solo avvierà attività imprenditoriali in Senegal, in una delle regioni da cui partono moltissimi dei migranti, ma svolgerà azioni concrete di sensibilizzazione sui rischi e pericoli del viaggio per l’Europa” dichiara Agostino Sella.

Marina Chiaramonte

 

Info e Contatti

DASNEWS
Via Garibaldi, 75
Piazza Armerina 94015 EN

  • Tel.: +39 0935 687019

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere news e aggiornamenti da DASNEWS.

Registrato al tribunale di Enna dal 10 Maggio 2012 al n° 131. Editore "Associazione Don Bosco 2000". 2017 © DAS News. Designed by Studio Insight

INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.