Domenica, 25 Giugno 2017 10:02

Associazione Don Bosco 2000 Sprar. “Porte aperte” a Piazza Armerina, Aidone e Villarosa

Scritto da

Per tre giorni, iniziando da domani, i centri di accoglienza Sprar di Piazza Armerina, Aidone e Villarosa, gestiti dall’associazione Don Bosco 2000, celebreranno la giornata del rifugiato aderendo all’iniziativa  “Porte Aperte” promossa dal Servizio Centrale dello SPRAR, in collaborazione con UNHCR,  al fine di realizzare un concreto rapporto tra rifugiati, operatori e comunità locali e riaffermare il valore dell'impegno e della solidarietà. Il primo incontro, previsto domani pomeriggio a Piazza Armerina presso il Piano Duilio, coincide, non casualmente, con la conclusione del mese del Ramadan. I migranti allestiranno diversi stand dedicati ai paese di appartenenza, Gambia, Senegal, Mali, Costa D’Avorio e Nigeria, e si racconteranno mostrando  oggetti realizzati secondo la tradizione africana o offrendo i cibi tipici della loro tradizione gastronomica. Non mancherà l’intrattenimento musicale a cura dei percussionisti africani. Punta di diamante della manifestazione l’esposizione del dipinto realizzato dal ventiduenne gambese Bambo Jaiteh, che, con la domanda “Where is the key ?” cerca e chiede la soluzione al problema “Africa”. “La tela, grande due metri per tre, raffigura una finestra dalla quale si vede il mondo sostenuto da due mani, il continente africano è riprodotto in risalto e mostra il profilo di una donna in lacrime e una porta chiusa a chiave, un ragazzo che non può varcarla è costretto a scavalcare un alto muro. A nord dell’Africa, nel mar Mediterraneo la scritta “Where is the key ? Dov’è la chiave?”, conferisce al dipinto la natura di denuncia per chiedere una giusta soluzione immediata” racconta Samantha Barresi responsabile del centro Sprar di Piazza Armerina. Martedì prossimo “Porte aperte Sprar” coinvolgerà il centro di Aidone con l’illustrazione del progetto salesiano di accoglienza diffusa, la proiezione del video “Tougan” di Salla Sow e il significativo momento di Agape fraterna a casa dei rifugiati. Nel centro sprar di Villarosa, mercoledì 28 giugno, sono previste proiezioni di video sulle attività del centro,  “Stop tratta” del VIS  e “La Viaggiatrice”  il corto prodotto da Don Bosco 2000 e presentato alla 73’ Mostra del Cinema di Venezia. “Sarà l’occasione per visitare  l’Atelier Sud Art&Design e presentare il progetto di cooperazione in Senegal” annuncia Roberta La Cara responsabile del centro di Aidone e Villarosa, “ Con l’Atelier abbiamo realizzato, in forma di progetto pilota, l’allestimento di spazi laboratoriali, espressione di diverse forme d’arte, dalla musica, al cinema, al disegno, alla lettura, al cucito, per soddisfare tutte le attitudini dei ragazzi ospitati . In  particolare, l’Atelier è luogo di produzione di prodotti di artigianato tessile realizzati dai beneficiari con motivo afroeuropeo, connubio tra identità e culture che si incontrano, quella di provenienza e quella di approdo. Nei tre giorni dedicati a“Porte Aperte” intendiamo realizzare un’adeguata informazione e sensibilizzazione sui temi dell’accoglienza, della migrazione e della necessaria conoscenza reciproca attraverso la costruzione di  relazioni, per superare ogni tipo di pregiudizio”.

Marina Chiaramonte

 

 

Info e Contatti

DASNEWS
Via Garibaldi, 75
Piazza Armerina 94015 EN

  • Tel.: +39 0935 687019

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere news e aggiornamenti da DASNEWS.

Registrato al tribunale di Enna dal 10 Maggio 2012 al n° 131. Editore "Associazione Don Bosco 2000". 2017 © DAS News. Designed by Studio Insight

INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.