Lunedì, 17 Ottobre 2016 11:09

IMPUGNATIVA AL TAR DEI COMITATI LIBERI CONSORZI

Scritto da

Un'altra importante azione dei comitati per i liberi consorzi.
E' stata definita la squadra di legali che seguirà l'impugnativa al TAR. Di seguito la relazione integrale dei comitati di Piazza Armerina, Gela e Niscemi.

COMUNICATO STAMPA

Liberi Consorzi e Città Metropolitane:

SI PREPARA LA SQUADRA PER L’IMPUGNATIVA AL TAR

In queste ultime settimane si è lavorato alacremente per definire la squadra di legali che dovrà seguire i comuni coinvolti nelle variazioni territoriali. Un lavoro certosino e volutamente lontano da occhi indiscreti e riflettori. Intensi giorni caratterizzati da telefonate, colloqui, incontri, riunioni, che hanno visto sindaci e comitati ufficiali profondere tanto impegno. Ma alla fine, il lavoro produce i suoi frutti.


Ebbene, iniziamo con l'ufficializzare il primo professionista che farà parte della squadra, un vero e proprio “pool” che ci darà una mano: è un giurista e studioso di tutto rispetto, conosciuto dai tanti non solo per essere tra più importanti professori di Diritto della Sicilia e d’Italia, oltre che tra più apprezzati principi del foro, senza dimenticare le significative esperienze da amministratore pubblico. Si tratta di Gaetano Armao, docente di diritto amministrativo e contabilità pubblica all'Università di Palermo, nonché di diritto dell'economia all'Universitas Mercatorum-Roma; Avvocato cassazionista con Studio associato a Palermo e Roma, socio della Society of Advanced legal studies-University of London e dell'Associazione italiana diritto urbanistico e Giuristi per le Isole; Presidente del Consorzio Universitario di Agrigento. Già consulente del Consiglio d'Europa, della Commissione bicamerale antimafia, dei Governi nazionale e regionale, oggi lo è della Commissione bicamerale per le questioni regionali. È stato, non ultimo, tre volte Assessore della Regione siciliana.
A Palermo hanno imparato a non sottovalutarci più ed abbiamo in serbo altre sorprese. Per ora possiamo solo limiatarci a segnalare che presto inizierà l'inevitabile percorso giuridico che mira a ripristinare le scelte democratiche dei cittadini di Gela, Piazza Armerina, Niscemi e Licodia Eubea, avvenute mediante referendum confermativi: gli unici referendum confermativi mai svolti in Italia che non hanno ancora avuto applicazione. Anche per questo l’iniziativa ha un ulteriore veste di primato in Italia.
I sindaci dei territori sopra citati sono al fianco dei comitati ufficiali che sono gli unici ad aver avuto contatti e confronti, mantenendoli tuttora, con le amministrazioni e le istituzioni. Gli unici, veri, promotori delle variazioni territoriali in Sicilia. Sindaci e Comitati ufficiali hanno dunque lavorato in questi mesi e stanno ancora ovviamente lavorando in sintonia, per preparare il miglior piano a difesa delle volontà espresse dai Consigli comunali e cittadini di questa area, rispettando ossequiosamente la giusta tempistica e non quella che in malafede alcuni individui nei giorni scorsi hanno indicato, portando per l'ennesima volta, solo confusione tra i cittadini che da svariati anni attendono la conclusione di un iter sposato insieme al CSAG Gela, al Pro Referendum Piazza Armerina, al Liberi Consorzi Niscemi ed alla Consulta Niscemi. Presto, dunque, altri organi si occuperanno della vicenda del mancato passaggio territoriale dei quattro coraggiosi comuni siciliani che, sfidando il volere dell’Assemblea Regionale Siciliana, e sopportando ed affrontando durissime prove, hanno “osato” scegliere liberamente il loro ente intermedio.

Info e Contatti

DASNEWS
Via Garibaldi, 75
Piazza Armerina 94015 EN

  • Tel.: +39 0935 687019

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere news e aggiornamenti da DASNEWS.

Registrato al tribunale di Enna dal 10 Maggio 2012 al n° 131. Editore "Associazione Don Bosco 2000". 2017 © DAS News. Designed by Studio Insight

INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.